La tua vacanza in relax come se fossi a casa tua.

Florinas

Florinas - Su RosariuFlorinas

Si trova in Provincia di Sassari e fa parte del GAL Anglona Romangia (Gruppo di Azione Locale)

Florinas è uno dei paesi più ricchi di nuraghi: oltre trenta nuraghi e di una decina di domus de janas, una tomba di giganti. L'importanza del territorio, attraversato in particolare da uno dei maggiori corsi d'acqua della regione e lambito dall'importantissima via di comunicazione tra il nord ed il sud dell'Isola, è confermato dal ritrovamento, presso Florinas, di terrecotte di età classica. Sul territorio è presente un interessante parco archeologico in cui sono stati rinvenuti reperti e ruderi appartenenti a diversi periodi storici.

 

Nel centro storico del paese, è possibile ammirare quattro chiese: Santa Maria dell'Assunta, Santa Croce, San Francesco e San Rosario. Tra questa la più interessante è la parrocchiale dedicata all'Assunta, realizzata intorno al XVIII secolo, con un impianto originario probabilmente più antico.

Vedutadalparcocomunale

 

 

Tomba ipogeica di Campu Luntanu
Tombaipogeica CampuLontanuLungo la strada di Campu Luntanu si trova la tomba ipogeica, ricavata in un masso erratico di calcare di forma trapezoidale. Il blocco è isolato in un terreno in leggero pendio, ai piedi dell'altipiano di Coros, in posizione dominante rispetto al corso del fiume Mannu. Dalla sua posizione, è ben visibile il nuraghe Corvos: la principale fortezza del territorio. La stele centinata è alta circa 4 metri. Si notano tre fori scavati sulla sommità dell'estradosso della "stele", forse alloggiamenti per altrettanti betilini di pietra che coronavano la sommità del prospetto centinato.
L'ingresso con la stele è da considerarsi "nobile" per le sepolture di personaggi di rango sociale elevato, mentre l'ingresso secondario era per le sepolture ordinarie.
Procedendo per i campi, lungo il pendio che degrada verso il corso del Rio Mannu, si giunge nei pressi dell'alta sponda del fiume, ove, adiacente ad un casolare rurale sono i resti del nuraghe Sa Menta

 

Le domus de janas di S'Abbadia
Ritornando alla tomba di Campu Luntanu, si risale in auto e si ripercorre a ritroso la strada a fondo naturale sino a reimmettersi nella provinciale; si volta a destra e, subito dopo il ponte sul Rio Mannu, giunti allo svincolo, si gira ancora a destra per Banari. Percorsi circa 900 metri, subito dopo aver aggirato l'altura dominata dal nuraghe S'Ardia, si noteranno, nel pendio a sinistra della strada, alcuni notevoli affioramenti isolati di roccia calcarea: due di essi ospitano le domus de janas di S'Abbadia. Si tratta di un gruppo di quattro ipogei scavati in due macigni erratici di calcare, sul pendio dell'altura di S'Abbadia, a pochi metri dalla strada Florinas-Banari, poco prima di S. Maria de Sea. Tre ipogei, di planimetria perfettamente omologa si aprono nel masso più a valle, mentre in un macigno leggermente più a monte è scavata la grande tomba IV, pluricellulare. Si ritorna indietro lungo la strada provinciale, e si oltrepassa lo svincolo per Ittiri, procedendo in direzione di Florinas. Immediatamente dopo il bivio, sulla sinistra, si erge, al lato della strada, l'imponente sagoma del nuraghe Corvos, costruito con grosse pietre sbozzate, bastione bilobato frontale, che si addossa all'originaria torre principale.
Si risale lungo la strada costeggiando il versante orientale dell'altura, subito dopo un ampio varco fra le rocce, alla base di un alto costone, si apre la domus de janas di Su Cannuju, tomba pluricellulare. Dalla tomba di Su Cannuju, si ritorna indietro e si risale, a piedi, il pendio opposto che domina, a Est, la piccola valletta; sul bordo della rupe calcarea, nei pressi di un precipizio, è scavata la tomba "a prospetto" di Sa Rocca 'e Su Lampu, monumento scavato in una bassa parete di roccia, sull'orlo di un tavolato calcareo dalle pareti scoscese. Presenta, scolpiti nella fronte, i caratteristici elementi delle "tombe dei giganti" nuragiche del centro nord dell'isola: la stele centinata, l'esedra semicircolare con il sedile alla base.


L'area nuragica di Punta Unossi
PuntaUnossiProseguendo per la strada comunale Florinas-S. Maria di Sea, dopo alcuni tornanti, giunti sull'altipiano, la strada rasenta un abbeveratoio, in corrispondenza di una curva; procedendo per i campi, sulla destra, in direzione Sud, si incontrano i ruderi del villaggio di Punta Unossi, l'area più importante del territorio di Florinas ubicata sul pianoro di Sa Cuguttada, ai piedi dell'altura di Punta Unossi e a dominio della profonda vallata dei Giunchi.
L'insediamento è costituito da un agglomerato di capanne di varia tipologia, fra cui spicca una "capanna delle riunioni" con sedile circolare addossato alle pareti e basamento circolare centrale che forse sorreggeva un betilo-torre, ritrovato alla parete della capanna stessa.
Le capanne si dispongono intorno ad una singolarissima struttura nuragica, costituita da una piccola torre in opera rozza, forse originariamente chiusa a tholos, e in un secondo tempo rifasciata con una struttura in perfetta opera isodoma, senza che vi fosse risparmiato un ingresso. Probabilmente doveva essere una struttura di grande importanza e forse il fulcro stesso del villaggio: l'architettura isodoma è infatti tipica degli edifici di culto, e l'insediamento di Punta Unossi sembrerebbe caratterizzarsi come un tipico "villaggio-santuario".

 

Testi di Paolo Melis, fonte Comune di Florinas

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ultime Novità
24

Giu

Nasce il sito del B&B Su Rosariu di Florinas
29

Giu

Creata la Sezione
Camera Beige
29

Giu

Creata la Sezione
Camera Brown
29

Giu

Creata la Sezione
Camera Porpora.
29

Giu

Creata la Sezione
Florinas
In Evidenza

La Chiesa del Rosario a Florinas

More

Prossimi Eventi

Figiulinas Rassegna del Folklore

More

Ultime Novità da Su Rosariu
Prenota la Tua camera
Il calendario sta caricando...
Powered by Booking Calendar
- Disponibile
14
- Prenotato
14
- In sospeso

Bed and Breakfast Su Rosariu